In quest’ultimo periodo capita spesso di trovare delle immagini quadrate con all’interno dei quadratini bianchi e neri su manifesti, brochure, scatole, biglietti da visita e perchè no anche sui siti web… insomma, un pò ovunque. Stiamo parlando del QR Code.

Cos’è il QR Code?

Il QR Code è un codice a barre 2D (detto anche codice a matrice) composto da una serie di moduli quadrati all’interno di una matrice quadrata. Il colore dei moduli, solitamente nero, può variare in base alle esigenze grafiche del contesto in cui viene inserito.

Il suo nome QR è un acronimo inglese delle parole Quick Response e cioè “a risposta rapida”, infatti esso permette una rapida decodifica dei dati crittografati nel codice. Se consideriamo che in un unico crittogramma possono essere contenuti 7.089 caratteri numerici oppure 4.296 caratteri alfanumerici, riusciamo a capire il significato del nome che gli è stato attribuito.

Per capire invece il motivo della sua rapida evoluzione in questi ultimi anni, dobbiamo andare ad analizzare il QR Code da un punto di vista sociale. Il codice in questione si presta molto bene ad essere letto da Smartphone, iPhone e iPad, questo significa che chiunque possegga un telefono di ultima generazione può leggere facilmente una grossa mole di informazioni in una immagine relativamente piccola e pratica per la scansione.

Ecco quindi il QR Code comparire ovunque, dai volantini dei supermercati alle brochure informative, dai biglietti da visita ai siti web, dal download di mp3 musicali alle fotografie di quadri ad olio. La sua forza è dovuta anche al fatto che si possono creare “codici artisici” e cioè che possono contenere delle immagini oltre i moduli quadrati. Nell’immagine in alto potete notare 4 differenti tipi di codice realizzabile:

  • QR Code semplice con moduli neri, all’interno c’è memorizzato il link del sito web http://www.nickipedia.it/
  • QR Code con logo, i dati memorizzati rappresentano sempre lo stesso link del codice semplice
  • QR Code Facebook Social, i dati memorizzati mandano alla fan page Facebook di NickiPedia
  • QR Code Twitter Social, i dati memorizzati mandano al profilo twitter di NickiPedia

Anche se sono stati elencati solo codici contenenti link a pagine web, in un QR Code possono essere memorizzate anche informazioni di contatto, cioè Nome, Cognome, Indirizzo, Telefono, E-Mail ecc… e quindi facilitare il salvataggio in memoria dei dati di un nostro amico oppure di un ente pubblico o di chiunque altro.

Di seguito sono elencate i tipi di informazioni che possono essere contenute in un QR Code:

  • Link a pagina web
  • VCard Personale
  • Testo semplice
  • Invia SMS
  • Invia E-Mail

Questo significa che semplicemente leggendo un codice “Invia SMS” potremmo far inviare automaticamente degli SMS di beneficenza oppure con “Invia E-Mail” potremmo far inviare delle e-mail di bombardamento con 2 semplici click.

In questo articolo voglio solo mettere in evidenza quali sono le potenzialità del QR Code, non possiamo fare un elenco esaustivo di tutti i suoi utilizzi, perchè questo è limitato solo dalla nostra fantasia e intraprendenza.

 

Se volete approfondire aspetti tecnici del QR Code potete leggere l’articolo di wikipedia da qui.

Se volete generare gratuitamente il QR Code potete andare su questo sito da qui.

1859 View

Leave a Comment